Informazioni per l'A.A. 2013-2014


Introduzione alla Programmazione - CL in Matematica - A.A. 2013-2014

Per chi non avesse ancora accesso al Moodle ecco la presentazione dei laboratori mostrata a lezione:

To top


Programmazione - CL in Informatica - A.A. 2013-2014

Per chi non avesse ancora accesso al Moodle ecco le istruzioni per l'installazione della macchina virtuale che può essere scaricata dal percorso /home/2/Software/Ubuntu.ova

To top


Programmazione ad oggetti - A.A. 2013-2014

La versione 4.8.5 delle librerie Qt è installata nella cartella /usr/local/Trolltech/Qt-4.8.5/ di tutti i pc del Paolotti; i seguenti passi dovrebbero essere sufficienti per compliare il porprio progetto facendo uso delle Qt 4.8.5:
qt-485.sh
cd progettoXY 
qmake -project
qmake 
make
./progettoXY 
In alternativa allo script qt-485.sh è possibile modificare a mano il PATH, ad esempio con PATH=/usr/local/Trolltech/Qt-4.8.5:$PATH ; export PATH come descritto nella documentazione di riferimento. Potrebbe comunque essere il caso di verificare che si stia usando il qmake della versione giusta e che il programma sia stato compilato con la corretta versione delle librerie Qt:
  
qmake --version   
ldd progettoXY | grep -i qt                         
Se si lancia qtcreator2 nella subshell aperta dallo script qt-485.sh non ci sarà bisogno di modificarne i settaggi manualmente; altrimenti impostare a mano il percorso di qmake andando in: 'Tool ---> Options ---> Build & Run ---> Qt Versions'

Attenzione a lanciare sempre e comunque qtcreator2 dopo aver impostato correttamente la variabile PATH; ad esempio dalla subshell aperta dallo script qt-485.sh o da una shell in cui si sia modificato a mano il PATH. Lanciare qtcreator2 da un'icona che faccia riferimento a /usr/local/Trolltech/qtcreator-2.8.1/bin/qtcreator non setterà il PATH e il problema sarà evidenziato dalla mancanza stringa "in PATH" nella colonna "Name" prima del valore di "/usr/local/Trolltech/Qt-4.8.5/bin/qmake" nella colonna "qmake Location". Sul computer di casa potreste invece voler impostare il PATH a livello di sistema od utente: vedi.

The values of environment variables are local, which means they are specific to the running process in or for which they were set. This means that if we open two terminal windows (which means we have two separate bash processes running), and change a value of an environment variable in one of the windows, that change will not be seen by the shell in the other window or any other program currently on the desktop.

To top


Application Menu Bar -> Windows -> Preferences -> Java -> Installed JREs -> Add
Add JRE -> JRE Type Dialog -> Standard 1.1.x VM -> Add JRe Dialog -> JRE Definition -> JRE home

Programmazione concorrente e distribuita - A.A. 2013-2014

Riga di comando

Nella Ubuntu 12.04 di default è installato Java 6. Per usare Java 7, potrebbe essere il caso di modificare l'ambiente coi comandi:

export JAVA_HOME=/usr/lib/jvm/java-7-oracle/bin/java
echo $PATH | tr ':' '\n' | grep -q java-7-oracle || \
    export PATH=/usr/lib/jvm/java-7-oracle/bin/:/usr/lib/jvm/java-7-oracle/bin/:${PATH}
export CLASSPATH=.

Attenzione a ripetere i comandi in ogni shell (quindi in ogni finestra/scheda di terminale) o impostarli nel profilo della propria shell. Per dettagli vedere http://docs.oracle.com/javase/tutorial/essential/environment/paths.html

Eclipse

Lanciando Eclipse dal menu Applicazioni le variabili di ambiente non saranno quelle modificate a mano. Si può comunque usare Java 7 andando nel menu Windows.

 

To top


Programmazione a oggetti e C++ - A.A. 2013-2014 (CL in Fisica, mutuato dal CL in Matematica)

Per quanto il software ROOT sia installato sia in Torre che al Paolotti, le variabili di ambiente vanno settate manualmente o attraverso lo script eventualmente predisposto.

  • per lanciare root basta dare il comando root.sh ma per lanciare una versione specifica di root controllare nella directory /usr/local/bin/ la presenza di script col nome giusto:

ls -ltr /usr/local/bin/root*
-rwxr-xr-x 1 root root 649 May 15 15:00 /usr/local/bin/root.cern.ch_v5.34.10.sh
-rwxr-xr-x 1 root root 641 May 15 15:02 /usr/local/bin/root.cern.ch_v5.34.18.sh
lrwxrwxrwx 1 root root  39 May 15 15:02 /usr/local/bin/root.sh -> /usr/local/bin/root.cern.ch_v5.34.18.sh 

  • per caricare l'ambiente dare un comando come source                /opt/root.cern.ch_v5.34.18/bin/thisroot.sh oppure cambiare a mano le variabili. Attenzione: a meno di non modificare gli script di avvio della propria shell, le variabili d'ambiente vanno cambiate ogni volta e in ogni shell (ad esempio, in ogni scheda di ogni terminale). L'ambiente che si deve ottenere contiene fra l'altro:

DYLD_LIBRARY_PATH=/opt/root.cern.ch_v5.34.18/lib
LD_LIBRARY_PATH=/opt/root.cern.ch_v5.34.18/lib
LIBPATH=/opt/root.cern.ch_v5.34.18/lib
MANPATH=/opt/root.cern.ch_v5.34.18/man:/usr/local/man:/usr/local/share/man:/usr/share/man
PATH=/opt/root.cern.ch_v5.34.18/bin:/usr/local/bin:/usr/bin:/bin:/usr/local/games:/usr/games
PYTHONPATH=/opt/root.cern.ch_v5.34.18/lib
ROOTSYS=/opt/root.cern.ch_v5.34.18
SHLIB_PATH=/opt/root.cern.ch_v5.34.18/lib 

 

To top