Esempi di tunnel ssh

Attenzione che i tunnel non sempre servono (esempio con tecnologie-web): a volte hanno il solo effetto di appesantire la connessione e rallentare il processore.


To top

Note ai corsi, anni 2008-2009 e seguenti

A volte il tunnel non serve

Da un computer dell'aula (incluso ssh.studenti.math.unipd.it) o della Torre Archimede (incluso sshtorre.math.unipd.it) o della rete Wi-Fi degli studenti non é necessario stabilire alcun tunnel: a seconda di quello che si vuole ottenere é sufficiente usare il nome del server e la porta di default ; ad esempio:
  • Per trasferire i file:
    scp -r xTecWeb/public_html nomeutente@tecnologie-web.studenti.math.unipd.it:tecweb
    NB: in questo caso la cartella xTecWeb si trova nella propria home dell'aula e non sul computer di casa;
  • alternativamente da un eventuale shell dentro tecnologie-web si lancia viceversa:
    scp -r nomeutente@ssh.studenti.math.unipd.it:xTecWeb/public_html ~/tecweb
  • o (ancora da una eventuale shell dentro tecnologie-web) ammesso che sia raggiungibile direttamente il computer di casa
    scp -r nomeutente_casa@server_casa.tld:xTecWeb ~nomeutente_casa/public_html/
  • Per avere una shell (magari per cambiare i permessi di lettura):
    ssh nomeutente@tecnologie-web.studenti.math.unipd.it
  • Collegarsi con un browser a: http://tecnologie-web.studenti.math.unipd.it/tecweb/~nomeutente/.

Se si usano i tunnel

Le note sui tunnel relative ai server di particolari corsi (ad esempio “Tecnologie Web” e “Basidati”) stanno assieme alle altre note relative a quei corsi.


To top

Esempio di tunnel ssh per cambiare password da casa

Premessa

È possibile effettuare il cambio password dai laboratori; per effettuarlo va compilato il form all'indirizzo https://changepassword.studenti.math.unipd.it/

Allo stato attuale il cambio password è direttamente raggiungibile solo dall' interno.

Da casa

In alternativa a metodi più complessi sotto, basta accontentarsi di un browser a riga di comando:

  1. fare ssh nomeutente@ssh.studenti.math.unipd.it (può essere usato un qualsiasi programma ssh, anche grafico)
  2. dalla shell a caratteri di ssh.studenti.math.unipd.it utilizzare il comando lynx 'https://changepassword.studenti.math.unipd.it/' (scrivendo anche le virgolette) oppure links 'https://changepassword.studenti.math.unipd.it/' (anche qui le virgolette vanno scritte);

Si può fare un tunnel (verso la porta 443 di <code>changepassword</code>) e poi lanciare il proprio browser preferito (ogni porta sopra 1024 che il computer locale non usi va altrettanto bene, come la 14443 o altra) ovvero:

  1. ssh -L14443:changepassword.studenti.math.unipd.it:443 nomeutente@ssh.studenti.math.unipd.it
  2. nel proprio computer locale aprire firefox o un altro browser e immettere il seguente indirizzo https://localhost:14443

Altrimenti lanciando dal server ssh un web browser grafico tipo Firefox (modalità che però appesantisce di molto il server) e immettendo qualsiasi porta libera sopra la 1024

  1. ssh -X nomeutente@ssh.studenti.math.unipd.it (-X fa in modo che le finestre della macchina a cui mi collego possano essere visualizzate sul mio computer)
  2. chiudere il proprio browser se aperto (in particolare i vari derivati di Mozilla)
  3. nella shell a caratteri di ssh.studenti.math.unipd.it avviare firefox -new-window "https://changepassword.studenti.math.unipd.it" (apre una finestra dal browser del laboratorio)

Nota

All'interno dei laboratori si può  ovviamente fare a meno di ssh; se non si vuole nemmeno usare un browser grafico (Mozilla Firefox, Google Chrome, etc.) dai Linux dei  laboratori basta aprire un terminale (xterm, konsole, gnome-terminal, etc.)


To top

Esempio di tunnel ssh per gestire l'inoltro della posta da casa

È possibile effettuare la gestione dei parametri relativi alla posta dai laboratori informatici; per effettuarlo va compilato il form all'indirizzo https://mail.studenti.math.unipd.it/cgi-bin/mail/form. Come per il cambio password ci sono almeno 3 soluzioni diverse (le stesse 3); limitandosi qui all'esempio con il tunnel ssh:

  1. ssh nomeutente@ssh.studenti.math.unipd.it -L2443:mail.studenti.math.unipd.it:443
  2. https://localhost:2443/cgi-bin/mail/form

To top

Esempio di tunnel ssh per stampare dalla rete wifi

Esempio di tunnel ssh per stampare dalla rete wifi

Le macchine Linux delle aule del Paolotti (dipXXX) stampano con CUPS sul server print.studenti.math.unipd.it (coda lpr://print.studenti.math.unipd.it/accept, driver PostScript). Scelte due porte locali libere, ad esempio numero 10443 e 10515 la riga di comando da dare diventa:

  1. ssh -L10443:print.studenti.math.unipd.it:443 -L10515:print.studenti.math.unipd.it:515 nomeutente@ssh.studenti.math.unipd.it
  2. aprire firefox o altro browser e inserire il seguente indirizzo https://localhost:10443/print e autenticarsi con login e password studenti(le stesse utilizzate per l'aula)

Almeno la prima volta sul proprio portatile va anche configurato il sistema di stampa, ad esempio CUPS (per Linux e Mac OS X) o il client LPR di Windows (non installato di default); in breve:

  • stampante Lexmark T652dn: duplexer (modulo fronte retro), formato A4, carta da MultipurposeFeeder (per quanto normalmente corrisponda al cassetto 1, da 550 fogli)
  • driver PostScript (è il solo formato previsto dall'attuale sistema di conteggio delle stampe): ppd preso da linuxprinting.org
  • server, con le porte dell'esempio: lpd://nomeutente@localhost:10515/accept. Attenzione ad impostare il proprio username nel caso quello del portatile differisse.

In dettaglio per Mac OS X:

  • (per lo meno da Mac OS X 10.6) l'unico modo per impostare un username differente è bypassare il Pannello di Controllo configurando direttamente il proprio CUPS (anche modificando in un secondo momento le opzioni di stampa, il Pannello di controllo potrebbe cambiare nomeutente@localhost in nomeutente%40localhost che ha un significato totalmente diverso)
  • insomma proprio come da un computer con Linux ci si può collegare con un browser all'indirizzo http://localhost:631: i form html dovrebbero essere intuitivi (Amministrazione, Aggiungi stampante, Modifica Opzioni)
  • per conoscere il proprio nomeutente-locale (se fosse uguale a nomeutente basterebbe usare il Pannello di Controllo!) aprire un terminale (cartella Utility della cartella Applicazioni)

Altrimenti seguire (apportando le modifiche del caso esposte sopra) le istruzioni sul sito istituzionale del dipartimento.